Attenzione: La prevendita delle iscrizioni è terminata, ma non disperate! Chi non si è ancora iscritto potrà farlo direttamente alla manifestazione, al banco della reception. Grazie!
  • Condividi questa pagina su

Gli ospiti di Stranimondi 2019

Jasper Fforde

Jasper Fforde

Jasper Fforde (Londra, 1961) è diventato famoso nel 2001 all’uscita del suo primo romanzo, Il caso Jane Eyre (edito in Italia da Marcos y Marcos), un romanzo fantastico ucronico ambientato in un mondo in cui letteratura e realtà sono universi comunicanti. Il successo di questo lavoro ha fatto tornare la protagonista, la detective Thursday Next, in altri sei romanzi (solo i primi quattro sono editi in Italia). Nello stesso universo è ambientata anche la serie Nursery Crime (due romanzi). Nel 2009 ha pubblicato Shades of Grey, primo romanzo ambientato in un futuro distopico nel quale le persone sono classificate sulla capacità di vedere in colori, mentre nel 2010 è uscito il primo libro di una trilogia fantasy per ragazzi, The Last Dragonslayer. Ogni settembre gli appassionati dei libri di Fforde tengono un raduno a Swindon chiamato Fforde Ffiesta.

Sito personale Wikipedia Twitter
Tullio Avoledo

Tullio Avoledo

Tullio Avoledo (Valvasone, 1º giugno 1957), friulano, si è imposto all'attenzione dei lettori nel 2003 con il romanzo di fantascienza L'Elenco telefonico di Atlantide (2003), grazie al quale ha vinto il premio Forte Village Montblanc come scrittore emergente dell'anno. Sempre del 2003 Mare di Bering, romanzo ucronico ambientato in un mondo in cui i capi di stato sono donne e gli uomini sono relegati al ruolo di “first ladies”. Seguono poi il dickiano Lo stato dell’unione, i romanzi editi da Einaudi Tre sono le cose misteriose, vincitore del Premio Grinzane Cavour 2006 e finalista al Premio Stresa, e Breve storia di lunghi tradimenti, sino ad arrivare al 2008 con La ragazza di Vajont, romanzo distopico con un’Italia ormai decaduta sotto un regime dittatoriale. Del 2009 è invece L’anno dei dodici inverni, una storia che tratta di coincidenze temporali, chiaro e dichiarato omaggio alla narrativa di Philip K. Dick. Nel 2011 esce Un buon posto per morire, scritto insieme a Davide “Boosta” Dileo, tastierista dei Subsonica, vincitore del Premio Salgari. Dal 2011 entra a far parte del progetto Metro 2033, dello scrittore russo Dmitry Glukhovsky, pubblicando i romanzi Le radici del cielo (2011) e La crociata dei bambini (2014) e un terzo romanzo, Il conclave delle tenebre, edito solo in Russia. Il ultimo romanzo è Furland® (2018), una distopia ambientata in Friuli nel 2025. Tullio Avoledo è uno degli scrittori italiani di fantascienza più affermati e di successo non solo in Italia ma anche all’estero, sue opere sono state tradotte in inglese, spagnolo, tedesco, russo, polacco e ungherese. (Foto di Giuliano Avoledo)

Facebook Twitter Wikipedia
Cecilia Randall

Cecilia Randall

Cecilia Randall, nata a Modena, è una delle autrici fantasy italiane più apprezzate. Laureata in Lingue e Letterature Straniere, con un master in Comunicazione e un passato da grafico e web designer, adora l'archeologia, la storia, i giochi di ruolo, i fumetti, i cartoni animati, i romanzi e il cinema d’avventura in tutte le accezioni possibili.

Proprio queste sue passioni le hanno permesso di creare la saga bestseller Hyperversum (Giunti), l’universo narrativo fantasy storico più amato dal suo pubblico, con oltre 200.000 copie vendute in Italia e traduzioni in diverse lingue.

Nella sua produzione spazia dal medioevo ucronico (Millennio di Fuoco, Mondadori) al Rinascimento italiano (Gens Arcana e Magister Aetheris, Giunti) al medioevo fiabesco (Lucas dalle ali rosse, De Agostini).

A Stranimondi presenta Hyperversum Unknown, sesto e ultimo capitolo della saga omonima, con il quale ritorna alla corte francese di re Luigi IX il Santo e al medioevo del XIII secolo.

Sito personale Wikipedia Twitter Facebook
Leonardo Patrignani

Leonardo Patrignani

Leonardo Patrignani (Moncalieri 1980), ha fatto il doppiatore di film e videogiochi ed è stato protagonista dell’heavy metal con la band Beholder (tre dischi tra il 2000 e il 2004). Il suo primo romanzo è Labirinto, edito nel 2003 da Elena Morena editrice, ma il grande successo lo ha trovato nel 2012 con la trilogia Multiversum, saga di fantascienza young adult edita da Mondadori: bestseller in Italia e sono attualmente tradotti in inglese, francese, spagnolo, tedesco, polacco, serbo, turco. Nel 2015 ha pubblicato ancora per Mondadori il thriller paranormale There, dedicato alle esperienze pre-mortem. Nel 2017 è uscito Time Deal (DeA), romanzo distopico ambientato in un futuro nel quale viene prodotto un farmaco che arresta l'invecchiamento. Nel 2017 cura l'uscita del romanzo di Giovanni Vincenzi Lacuna (Delos Digital), del quale firma il soggetto insieme a Vincenzi, e nel 2018 il seguito Limbo. Nel maggio 2019 è uscito il suo nuovo romanzo Darkness, una storia dark in cui la paura incontra il mistero, tra Stephen King e Stranger Things.

Sito personale Wikipedia Twitter
Anders Fager

Anders Fager

Anders Fager (nato a Stoccolma nel 1964) è uno scrittore horror svedese. Dopo una carriera come ufficiale dell'esercito e game designer, ha debuttato nel 2009 con la raccolta di racconti Svenska kulter (Culti svedesi) recensita molto favorevolmente sul quotidiano svedese Dagens Nyheter, cui hanno fatto seguito Artöverskridande Förbindelser (Interspecies Liaisons) e Du kan inte leva (You cannot live) a formare la trilogia lovecraftiana dei Collected Swedish Cults. Fager scrive un moderno horror urbano in uno stile che ha ripetutamente descritto come "cosa succederebbe se James Ellroy incontrasse H.P. Lovecraft”. Ambientate nell'odierna Svezia, le sue storie interconnesse formano una parte moderna del mito di Cthulhu con apparizioni di entità come Dagon, Hastur e Nyarlathotep. Il mondo immaginario di Fager, noto come "The Cult's World", è stato trasformato in un gioco di ruolo e in un graphic novel. Scrittore a tempo pieno, alcune sue storie sono state trasposte nel gioco di ruolo Call of Cthulhu. Altre sue opere comprendono giochi di ruolo, un libro per bambini e sceneggiature per cinema e TV. Il suo romanzo del 2015 Kaknäs Last Tape è ambientato nel mondo postapocalittico del gioco di ruolo Mutant - Year Zero. Fager ha lavorato con tra gli altri con gli editori Storytell e White Wolf. Al di fuori della Svezia, Fager è stato finora pubblicato in Finlandia e soprattutto in Francia con le raccolte Les Furies di Borås e La Reine en Jaune, con cui è stato finalista al Grand Prix de l'Imaginaire. Una versione cinematografica di Collected Swedish Cults è stata realizzati dai registi Måns Mårlind e Björn Stein. A Stranimondi 2019 Fager presenterà la versione italiana di Svenska kulter, tradotta da Fulvio Ferrari, edita da Edizioni Hypnos. Foto di Bengt Oberger.

Facebook Wikipedia Sito personale
Franco Brambilla

Franco Brambilla

Franco Brambilla (Milano, 1967) è uno dei maggiori artisti italiani del fantastico, copertinista ufficiale di Urania da diciannove annni, vincitore del Premio Europa 2009, del Premio Fondazione Carlo Jacono nel 2013 e di sei premi Italia, l'ultimo dei quali nel 2019. Diplomato all'Istituto Europeo di Design, ha collaborato con giornali e riviste (dal Corriere della Sera a Rolling Stone) e numerosi editori. Appassionato di fantascienza fin da piccolo ha lavorato, oltre che per Urania, per Shake, Imperium, Pulp, DeAgostini, Kipple, Delos Books e Delos Digital, per la quale firma le copertine della collana Robotica. Può essere considerato quasi un coautore della saga Mondo9 di Dario Tonani, alla quale ha dedicato, oltre a numerose copertine (incluso l'ultimo romanzo, Naila di Mondo9, uscito negli Oscar Mondadori) anche molte illustrazioni inedite poi raccolte nell'art book The Art Of Mondo9 Chronicles and Concepts. Particolare successo e risonanza ha avuto la sua serie Invading the vintage (che ha anche illustrato le copertine di Robot nel 2016) con la quale ha inserito elementi fantascientifici in cartoline d'epoca. Franco Brambilla ha firmato la locandina della prima edizione di Stranimondi e quella di questa quinta edizione.

Sito personale Wikipedia Facebook
Ran Zhang

Ran Zhang

Nato nel 1981, Zhang Ran (张冉) si è laureato all’Università Jiaotong di Pechino nel 2004 con una tesi in Informatica. Dopo un periodo nel settore dell’IT, è diventato reporter e analista di notizie per l’Economic Daily e il China Economic Net, e un suo articolo ha vinto il premio China News. Nel 2011, ha lasciato il lavoro e si è trasferito a Shenzhen, nel sud della Cina, per diventare uno scrittore indipendente. Ha iniziato a pubblicare fantascienza nel 2012, con il suo racconto Etere, pubblicato in italiano sull’antologia Storie dal domani 3 di Future Fiction, ha vinto il premio Galaxy e la medaglia d’oro al premio Nebula cinese. La sua novella, Rising Wind City, si è aggiudicata la medaglia d’argento al premio Galaxy e Nebula.

SF Encyclopedia
Claude Lalumière

Claude Lalumière

Claude Lalumière, nato a Montreal (Quebec, Canada) nel 1966, è scrittore, curatore di antologie e recensore. La sua narrativa è stata descritta come dark fantasy; un meraviglioso disturbante, tanto particolare da essere stato oggetto di studi. Ha pubblicato tre raccolte di racconti e ha curato una decina di antologie. Attualmente vive a Ottawa. In Italia è stato pubblicato Altre persone da Future Fiction e Venera Dreams: A Weird Entertainment (Watson, 2019). È a Stranimondi ospite di Watson Edizioni.

Sito personale Twitter Wikipedia (inglese)
Maurizio Nichetti

Maurizio Nichetti

Maurizio Nichetti (Milano, 1948) è regista, attore, sceneggiatore. Tra il 1971 e il '78 lavora come sceneggiatore di disegni animati e short pubblicitari per la Bruno Bozzetto Film. Esordisce alla regia nel 1979 con Ratataplàn, da lui stesso interpretato e girato con un budget bassissimo, ambientato in una Milano alienata e alienante. Il film ha un incredibile successo. A questo seguono i film: Ho fatto splash (1980) e Domani si balla (1982) con Mariangela Melato. Continua a lavorare nel cinema pubblicitario e nel 1984 è Bertoldino nel film di Monicelli, Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno. Nel 1989 è la volta di Ladri di saponette, una bonaria e spiritosa rievocazione di Ladri di biciclette, ma è anche una pungente satira della pubblicità televisiva. Nel 1995 collabora con Paolo Villaggio con Palla di neve. Nel 2000 firma la regia del film Honolulu Baby, una commedia spiritosa realizzata con uno stile che non dimentica i cartoni animati. Nel 2003 lavora con la Rai realizzando insieme ad Angela Finocchiaro il programma per bambini Mammamia!. Nel 2005 la IV Edizione dell'Infinity Festival gli ha dedicato una retrospettiva. È a Stranimondi ospite di Asylum Press.

Twitter Wikipedia Sito personale Facebook
A cura di Associazione Delos Books, partita iva 04029050962
Questo sito non usa cookie e non richiede o memorizza alcun dato personale.